L’appello ai potenti in età contemporanea. Grazia, “razza”, cittadinanza

Giornata internazionale di studi

10 dicembre 2019

Roma, via Lucullo 11

9.00-18.00

Keynote: Simona Cerutti (EHESS, Paris), Le suppliche come fonte per una storia sociale della giustizia

***

Modera: Lucia Ceci (Università degli Studi di Roma Tor Vergata)

 

Silvia Haia Antonucci (Archivio Storico della Comunità Ebraica di Roma-ASCER “Giancarlo Spizzichino”), Chiedi e ti sarà dato? Le suppliche degli ebrei durante l’età del ghetto conservate nell’Archivio Storico della Comunità Ebraica di Roma

Claudio Petrillo (Università degli Studi Roma Tor Vergata), “L’umilissimo suo servo”.  Le suppliche rivolte a Pio IX dai condannati politici, protagonisti della tentata insurrezione romana del 15 agosto 1853

***

Enrica Asquer (Università degli Studi di Genova), Cittadini o supplicanti? Le richieste di deroga alla normativa antisemitanell’Italia fascista e nella Francia di Vichy

Claire Zalc (ENS/EHESS, Paris), Grammaires de la citoyenneté. Contester la dénaturalisation sous Vichy

***

Modera: Gianluca Fiocco (Università degli Studi di Roma Tor Vergata)

Alain Blum (INED/EHESS, Paris), Emilia Koustova (Université de Strasbourg), Négocier sa vie, redéfinir les politiques répressives à la sortie du stalinisme: les déplacés spéciaux soviétiques écrivent aux autorités

Simeone Del Prete (Università degli Studi di Roma Tor Vergata), “Tu che sei il compagno migliore”: le lettere a Palmiro Togliatti degli ex-partigiani inquisiti per atti di violenza politica nell’immediato dopoguerra

***

Discussione

Lucia Ceci (Università degli Studi di Roma Tor Vergata), Marina Formica (Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Cecilia Nubola (Istituto storico Italo-germanico, Trento), Guri Schwarz (Università degli studi di Genova), Maria Rosaria Stabili (Università degli Studi di Roma Tre)

Comitato scientifico: Lucia Ceci, Enrica Asquer, Simona Cerutti

Comitato organizzativo: Simeone Del Prete, Alessio Folchi

 

3 thoughts on “L’appello ai potenti in età contemporanea. Grazia, “razza”, cittadinanza

Comments are closed.