CeRSE

In ricordo di Massimo Rosati

Massimo Rosati

 Il 30 gennaio 2014 è improvvisamente venuto a mancare il Prof. Massimo Rosati, Coordinatore del Centro romano di Studi sull’Ebraismo dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Nel breve periodo della sua gestione, con grande capacità umana e scientifica, aveva organizzato molte iniziative e messo le basi per le attività future del Centro.

Il commiato da Massimo Rosati si è tenuto alle ore 12.00 di mercoledì  5 febbraio, nell’Auditorium “Ennio Morricone” dell’ Ateneo, gremito di amici, colleghi e studenti, che si sono stretti intorno alla famiglia.

 

Ulivo Massimo

 In suo ricordo sono stati piantati alcuni alberi sulle colline di Gerusalemme e un ulivo nei giardini della Facoltà.

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

Massimo Rosati era nato a Pescara nel 1969. Laureato in Sociologia presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1993, con una tesi su Habermas ‘”Teoria dell’agire comunicativo”, nel 1994 ha pubblicato la prima monografia italiana su Habermas, dal titolo Consenso e razionalità (Armando). Nel 1998 ha conseguito il dottorato in Sociologia Politica, presso l’Università di Firenze. Nello stesso anno ha trascorso un periodo di studio e di ricerca presso l’Università di Princeton, prima di prendere servizio a Perugia, Facoltà di Scienze politiche, come ricercatore. Dopo aver insegnato tre anni presso l’Università di Salerno, si è trasferito presso l’Università Tor Vergata di Roma, dove ha insegnato sociologia. In italiano ha pubblicato, tra l’altro, Il patriottismo italiano. Cultura Politiche e identità Nazionale (2000), Solidarietà e sacro (2002), e – con Alessandro Ferrara – Affreschi della modernità. Crocevia della teoria sociale (Carocci 2005). In inglese ha pubblicato articoli sul “Journal of Sociology Classical”, “Studi durkheimiani”, “Philosophy and Social Criticism” e altre riviste. È redattore della nuova edizione italiana di Le forme elementari della vita religiosa di E. Durkheim. Insieme a W.S.F. Pickering ha curato il volume Suffering and Evil. The Durkheimian Legacy, Berghan Books, Oxford, 2007. Nel 2009 ha pubblicato  Ritual and the Sacred. (Asghate); con Kristina Stoeckl ha curato il volume Multiple Modernities and Postsecular Societies (Ashgate 2012); è in corso di pubblicazione  il suo ultimo  libro The Making of a Postsecular Society. The Turkish Laboratory (Ashgate 2014); è stato inoltre direttore del Centre Study and Documentation ‘Religions and Political Institutions in Post-secular Society’. 

Leave a Reply