Protocollo d’intesa

PROTOCOLLO D’INTESA TRA L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA “TOR VERGATA” E LA COMUNITÀ EBRAICA DI ROMA.

L’Università di Roma “Tor Vergata”, in seguito denominata “Università”, con sede in Roma, via Orazio Raimondo s.n.c., C.F. 80213750583, rappresentata dal Rettore pro-tempore, prof. Alessandro Finazzi Agrò, nato a Roma il 30.05.1941, autorizzato a quanto segue dal Consiglio di Amministrazione nella seduta dell’11.7.2002

e

La Comunità Ebraica di Roma, in seguito denominata “Comunità”, con sede in Roma, Lungotevere Cenci (Tempio), C.F. 80199210586, rappresentata dal Presidente pro-tempore, Dott. Ing. Leone Elio Paserman, nato a Genova il 30/03/1939, autorizzato a quanto segue dalla Giunta della Comunità nella seduta del

PREMESSO

– che l’Università ha interesse alla realizzazione di un programma strutturato e pluriennale di studi e ricerche sull’Ebraismo nelle sue molteplici espressioni, con particolare, ma non esclusivo riferimento, all’Italia e a Roma: programma cui potranno afferire molteplici competenze scientifiche e i cui risultati andranno adeguatamente diffusi e messi in stabile relazione con quanto su omologhi temi si attua in sede nazionale ed internazionale;

– che l’Università dispone di competenze e strutture atte al conseguimento delle finalità di ricerca sopra enunciate in particolare presso la Facoltà di Lettere e Filosofia;

– che la Comunità,  nella convinzione che la salvaguardia della memoria e della tradizione come conoscenza oltre ad essere per l’Ebraismo un valore in sé, è mezzo primario per contrastare il pregiudizio non solo nei confronti della minoranza ebraica, ma anche nei confronti di ogni altra minoranza, intende potenziare lo studio e la ricerca sull’ Ebraismo, sulla storia delle diverse Comunità  con particolare, ma non esclusivo riferimento, all’Italia e a Roma;

– che la Comunità dispone del Centro di Cultura Ebraica e relativa Biblioteca, di un Archivio Storico che risale al XVI secolo e di un Museo

TUTTO QUANTO CIÒ PREMESSO

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE

Art. 1

L’Università e la Comunità si impegnano ad operare congiuntamente per il conseguimento dei fini di cui alle premesse.

Art. 2

Per l’attuazione delle finalità indicate in premessa, l’Università e la Comunità stabiliscono comunemente, con cadenza triennale, le esigenze – in termini di strutture e finanziamenti, nonché di entità degli apporti rispettivi e/o di terzi – dei programmi presentati dal Comitato Scientifico preposto al Centro di cui all’Art. 4 del Regolamento.

Art. 3

Agli adempimenti di cui all’Art. 2 provvede un Comitato Paritetico di 6 membri composto: per l’Università, dal Rettore o un suo delegato, che presiede il Comitato stesso, dal Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia o un suo delegato, dal Coordinatore del Centro di cui al successivo art. 4; per la Comunità, dal Presidente della stessa o da un suo delegato, dall’Assessore alla cultura o da un suo delegato, da persona designata dal Consiglio della Comunità.

Art. 4

Per lo sviluppo delle iniziative di cui alle premesse:

– l’Università è impegnata a costituire presso il Dipartimento di Storia un Centro Romano di Studi sull’Ebraismo  che operi, con proprio regolamento, avvalendosi delle strutture proprie e delle risorse che saranno all’uopo assicurate.

– La Comunità è impegnata a:

1. Collaborare alla realizzazione dei progetti del Centro tramite le sue strutture documentarie;

2. Rendere disponibili risorse finanziarie per l’attribuzione di un assegno di ricerca (ex art.51, comma 6, L.449/97) su temi indicati in premessa.

Art. 5

Ogni attività prevista dalla presente intesa si esplicherà nel rispetto delle leggi che regolano il funzionamento dell’Università e della Comunità. Università e Comunità stabiliranno con successivi atti formali le modalità di adempimento agli eventuali obblighi nei confronti del personale proprio e di terzi derivanti dalle attività che verranno realizzate.

Art. 6

La presente intesa ha validità per tre anni, a far data dalla formulazione del programma di cui all’art. 2, ed è automaticamente rinnovata per ogni successiva scadenza triennale. L’intesa può essere integrata, modificata o sospesa, di comune accordo, in qualsiasi momento.

Per tutte le controversie derivanti dall’interpretazione o dall’esecuzione della presente intesa si fa ricorso ad un arbitrato.

Art. 7

Il presente atto, redatto in triplice copia su carta uso bollo, è soggetto a registrazione in caso d’uso ai sensi degli art. 5, 6 e 39 del D.P.R. n. 131 del 26.4.86. Le spese di bollo sono a carico della Comunità Ebraica. Le spese per l’eventuale registrazione sono a carico della parte richiedente.

Letto, approvato e sottoscritto.

Roma 22 OTTOBRE 2002

Per l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Il Rettore

Prof. Alessandro Finazzi Agrò

 

Per la Comunità Ebraica

Il Presidente

Dott. Ing. Leone Elio Paserman

48 thoughts on “Protocollo d’intesa

Comments are closed.