Premi CeRSE

Al via il bando del Premio CeRSE 2019. Finanziato dal Centro romano di Studi sull’Ebraismo dell’Università degli Studi Roma Tor Vergata, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma, il premio consiste nella pubblicazione di una monografia sulla storia e cultura ebraica senza vincoli geografici e tematici, intesa anche in prospettiva interdisciplinare e interreligiosa. La monografia sarà ospitata nella collana del CeRSE e verrà pubblicata e distribuita dall’editore Viella.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire esclusivamente via posta elettronica al seguente indirizzo: cerse@uniroma2.it, entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 30 settembre 2019.

BANDO

 

A partire dal 2006 il CeRSE bandisce, con cadenza biennale, il Premio “Teatro e Shoah” per testi teatrali originali che abbiano come tema o come implicito riferimento, nel passato o nel presente, la Shoah e la sua memoria.

Dedicato alla memoria di Gillo Pontecorvo, nelle ultime edizioni il Premio si è esteso al cinema e alla musica.

Di seguito i vincitori delle diverse edizioni.

VI edizione del Premio “Teatro, Musica e Shoah” (2017 – Premiazione 14 marzo 2017). 

Vincitore per la sezione Teatro: Massimiliano Carmelo Finorio con Ben. La mia vita attaccata ad un filo. 

Vincitore per la sezione Musica: Ludovico Peroni con Il sognatoio.

V edizione del Premio “Teatro, Cinema e Shoah”  (2015 – premiazione 5 maggio 2016). 

Vincitore: Giovanni Ortoleva  per Quattro paesaggi con figure.

IV edizione del Premio “Teatro, Cinema e Shoah”  (2013 – premiazione 27 gennaio 2014).

Vincitore:  Alessandro Izzi per “ I topi nel muro”.
Menzione speciale: Stefania Pillon, Binario morto (per la partenza)

Sezione cinema:
1° premio: Istituto Comprensivo Sarnelli De Donato Rodari di Polignano a Mare (Bari) Pro-Memoria, una riflessione sulla Shoah. Menzione speciale: Roberto Attias  13419,la necessità del ritorno

III edizione del Premio di drammaturgia “Teatro e Shoà ” (2010 – premiazione 6 ottobre 2011).

Vincitore: Matteo Bacchini per La lunga cena di pasqua. Secondo premio: Ferdinando Crini per Actus tragicus.

II edizione del Premio di drammaturgia “Teatro e Shoah ” (2008 – premiazione 6 aprile 2009). 

Vincitrice: Laura Forti.

I edizione del Premio di drammaturgia “Teatro e Shoah” (2006 – premiazione  24 marzo 2007), dedicato alla memoria di Gillo Pontecorvo.

Vincitore: Giuseppe Adduci perLa farfalla sucullo.